Il lungomare di Livorno è una passeggiata a mare che si snoda per diversi chilometri lungo la costa del Mar Ligure, partendo dalla zona portuale, fino a raggiungere l'abitato di Antignano e terminare idealmente nel tratto costiero del RomitoPanorami mozzafiato si susseguono lungo la statale Aurelia che percorre tutta la costa fino a Quercianella, in un contrasto di colori che si mescolano fino ad unirsi sulla linea dell’orizzonte.

 

La costa alta e scoscesa è intervallata da costruzioni antiche, vecchie torri di avvistamento e castelli litoranei a ricordare un antico sistema di difesa che dall'abitato di Ardenza giungeva fino a Piombino: dal Castel Boccale alla Torre di Calafuria, fino al Castel Sonnino, che con i loro profili ,rendono ancora più affascinante il paesaggio.

 

La costa del Romito è molto frastagliata, ed alterna tratti molto alti e a picco sul mare, a piccole cale e porticcioli raggiungibili soltanto attraverso scalette scavate nella roccia. Il mare è famoso per la sua pulizia e limpidezza, ed è abitato da un gran numero di specie di pesci e piante che lo rendono una meta perfetta per gli amanti delle immersioni subacquee.
 

CASTEL SONNINO

Castel-Sonnino-1024x683.jpeg

Castel Sonnino si erge solitario e imponente sul promontorio che domina la costa del Romito, uno dei tratti più belli della costa livornese e toscana.

 

Tutti coloro che hanno transitato sulla Litoranea (il Romito, appunto) almeno una volta lo ricorderanno senz’altro…

CALA DEL LEONE

unnamed (2).jpg

La Cala del Leone è un'insenatura del litorale livornese, situata fra Calignaia e il promontorio Torre del Romito, dove sorge l'imponente Castel Sonnino.
Il nome deriva da Leone De Renzis Sonnino, nipote di Sidney Sonnino,che nel 1922 ne aveva ereditato i beni a condizione di assumere il doppio cognome.

la torre della meloria

La Torre della Meloria sorge in una zona di bassifondi e scogli affioranti di fronte al porto di Livorno, da cui dista circa 3 miglia dalla costa. 
La bellezza del paesaggio subacqueo, pieno di vita e di colori, e la ricchezza della biodiversità sono un’attrazione indimenticabile che affascina tanti visitatori; sui fondali si segnala la presenza di numerosi relitti e resti archeologici, testimoni dei naufragi di imbarcazioni che si dirigevano verso il porto pisano nel periodo romano e al tempo delle repubbliche marinare.

IMG_1641.jpeg